Nasce una mamma...

La gravidanza sembra un periodo interminabile..appena scopri di essere incinta e corri avanti di nove mesi ti vedi in un'altra stagione, con altri vestiti...e ti sembra di aver davanti una distesa di giorni a perdita d'occhio... Poi quando comincia a vedersi la pancia...pian pianino sembra che il tempo accelleri...e che non si fermi più, fino agli ultimi 20 giorni che gocciolano con una lentezza mortale. Non per tutte è così, immagino che possa essere anche il contrario. Ciò che di comune vedo è la preoccupazione di tante neo-pance di continuare a vivere correndo e fischiettando come se nulla fosse, facendo finta di niente, lavorando con gli stessi ritmi, celando i piccoli disturbi per sentirsi dire con orgoglio "...ma come ti trovo bene..non sembri nemmeno incinta!" Non va bene, e lo dico prima di tutto a me stessa. La gravidanza non bisogna superarla bisogna viverla! La natura ha pensato ad un periodo di attesa tanto lungo  perchè le cellule si trasformino in bambino ...ma anche perchè una donna si trasformi in mamma. Questa secondo trasformazione la diamo per scontata un giorno con l'altro, ma non è così. Il nostro fisico fa, dentro di sè il posto perchè il bimbo cresca ma noi dobbiamo lasciare posto anche nel nostro essere perchè una mamma cresca...e sia pronta, dopo nove mesi, ad accogliere una nuova vita. Questo vuol dire per esempio diminuire gli impegni, rallentare, darsi il tempo per pensare e magari scrivere al nostro futuro bambino. Anche per Winnicott "questo provvidenziale periodo di nove mesi in cui c'è tempo per un graduale cambiamento nella donna che passa da un tipo di egocentrismo ad un altro" ... la donna non deve fare grandi cose per prepararsi, basta che non opponga resistenza e accetti che anche il diventare mamma è un percorso e non è un salto. ...e lasciando fare alla natura non è mai un salto nel vuoto!
17 Aprile, 2008 scritto da 2
Tags: Gravidanza
Post più vecchi / Post più recenti