Come togliere dalla fascia portabebe' un bimbo che dorme

I bambini portati nella fascia solitamente si rilassano e spesso, se hanno meno di sei mesi, si addormentano beati. Molte mamme e papà  utilizzano la fascia porta bebè proprio come strumento per far addormentare i bambini più reticenti. Se si è fuori casa e il bambino è piccolo è possibile tenerlo "addosso" anche per lungo tempo e mentre dorme: difficilmente rumori e stimoli particolari lo sveglieranno e il suo sonno sarà  riposante e ristoratore come quello nel lettino. Quando si è in casa si può appoggiare delicatamente il bambino nel lettino o nella culla mentre dorme.

Qualche consiglio per non svegliarlo: - Il nostro sonno non è sempre uguale. Il sonno, in tutti gli esseri umani si suddivide in fasi: REM e nonREM. Nella fase rem è più facile svegliarsi. Più è giovane l'essere umano più è ampia la fase di sonno REM. Avere l'accortezza di aspettare una decina di minuti prima di posare il neonato nel lettino può far aumentare la possibilità  che il piccolo sia in una fase NON REM. - Non togliete il bambino dalla fascia sollevandolo verso l'alto, come si fa solitamente quando è sveglio. Slegate la fascia, sostenendo la schiena e la testa del piccolo con la mano e abbassatevi quanto più possibile sul letto cercando far appoggiare prima la schiena del bambino sul letto e poi fargli perdere il contatto con la vostra pancia. - Fate tutto lentamente, con pause di assestamento. - Una volta che il bimbo ha la schiena sul letto, sfilate voi stessi dalla fascia e lasciate la fascia sul letto insieme al bambino. - Spesso i bambini si svegliano per la differenza di temperatura. Se avete un bimbo molto sensibile provate a riscaldare la zona dove dovete metterlo a dormire ( con cuscini di semi di ciliegio o...anche con il phon..) prima di appoggiarlo. - Utilizzate la fascia e/o dei cuscini per delimitare la zona del letto o della culla. Dalla fascia riconoscerà  il vostro odore, con i cuscini attorno si sentirà  più contenuto.

19 Gennaio, 2018 scritto da Raffaella Doni

Mai troppo piccola per la fascia porta bebe'

La tua piccolina appena nata starà  sicuramente benissimo in una fascia lunga in cotone. All'inizio in posizione "bozzolo", che le ricorderà  la posizione contenuta e avvolta che ha ora nella tua pancia, poi dopo poco potrai anche portarla pancia contro pancia, soprattutto dopo mangiato. I neonati portati nella fascia fin dai primi giorni, superano più serenamente lo shock della nascita, sono più tranquilli, piangono meno, hanno un tono muscolare molto più rilassato. Perchè ciò avvenga i neonati devono essere portati con fasce in puro cotone, morbido al tatto ma molto resistente. Ciò avviene quotidianamente in diverse Terapie Intensive Neonatali del Nord Europa e in alcuni reparti dei più famosi ospedali italiani.
16 Settembre, 2011 scritto da Raffaella Doni

Fascia portabebe' e mei tai: tutte le risposte.

Quante volte vi siete tenute per voi una domanda senza avere il coraggio di farla? Tante! Spesso vi sembravano inutili, banali o scontate... ma se l'aveste fatta avreste un dubbio in meno e una tranquillità  in più. Abbiamo raccolto negli anni, quasi dieci anni di lavoro con le mamme e i papà , tutte le loro domande sull'uso delle fasce portabebè. Dalle più semplici: "Come faccio a portare un bimbo di un anno che sembra pesantissimo?" alle più tecniche "Un bambino con displasia dell'anca può essere portato in fascia?"...alle più scottanti "...e se poi lo vizio??" Con l'aiuto di pedegogisti, psicologi, fisioterapisti e ostetriche abbiamo risposto in modo semplice ma completo, aggiungendo qualche suggerimento da mamme...ma non solo. Abbiamo chiesto aiuto per raccontarvi tutto  ad un'esperta di simpatia, di pazienza, e amore per i più piccoli: L'Oca Caterina. Si, proprio lei, la grande amica di Giulio Coniglio, ideata dalla  gentilissima Nicoletta Costa. Con tutti questi ingredienti abbiamo creato "L'Oca Caterina Risponde" una rubrica che da mercoledì prossimo affronterà  per voi un argomento specifico rispondendo alle vostre domande. Scrivete, quindi. Aspettiamo le domande più difficili, siamo pronti!!
11 Settembre, 2011 scritto da 2