Marsupio Terapia e Portare con la Fascia

Spesso i termini si confondono, ma le differenze sono notevoli anche se la teoria di partenza è la stessa: il contatto con l'adulto di riferimento è benefico per il neonato e il bambino. La Kangaroo Mother Care  è una pratica di cura ospedaliera che si utilizza sempre più  spesso con i bambini prematuri. Questa tecnica è stata proposta per la prima volta nell'ospedale di Bogotà , in Colombia, negli anni '70. I suoi principi cardine sono il contatto pelle a pelle continuo e prolungato tra neonato e genitore, la staticità  e il fatto che soltamente viene proposto in periodi di tempo ben precisi. La KMC è consigliata per farorire l'empowerment della madre e del padre nei conforonti del loro bambino ma anche in quanto vero e proprio atto di cura nei confronti dei prematuri. I neonati nati prima del termine che fanno quotidianamente la KMC stabilizzano più velocemente i loro parametri vitali, hanno meno bisogno di aiuto respiratorio e aumentano di peso più velocemente. Portare il bambino con la fascia può essere una continuazione ideale e un completamenteo della KMC in quanto i genitori possono continuare ad utilizzare la tecnica imparata fino a quando loro e il loro bambini ne sentono il bisogno. L'utilizzo della fascia inoltre si differenzia dalla KMC per la presenza del movimento. Questo non è solamente una  possibilità  di libertà  maggiore per chi porta. Il movimento fa ritrovare al bambino che sta nella fascia delle sensazioni molto simili all'esperienza dentro il ventre materno. Per i neonati godere di un movimento continuo e ritmico, come quello di una camminata, stando all'interno di un ambiente stabile e sicuro, come in una fascia, è un momento di grande relax nel quale si possono godere tutti gli stimoli provenienti dal corpo di chi porta.
16 Ottobre, 2011 scritto da Raffaella Doni
Tags: Neonato
Post più vecchi / Post più recenti