Nella Foresta più scura...

E' vero? E' possibile? No, dai ...per noi mamme italiane forse è veramente difficile da concepire. O meglio, per un certo tipo di mamme per le quali la preoccupazione maggiore è il freddo e l'igiene, pensare che i loro pargoletti possano trascorrere in inverno cinque ore in un bosco per diversi giorni è un'esperienza lontana dall'immaginabile. Eppure la scuola all'aperto, anche per i più piccoli e anche in inverno, è un'esperienza che diversi bambini nel nord europa hanno la fortuna di fare. Negli ultimi cinque anni i "Forest Kindergartens"  sono nati come funghi   :)  dall'Inghilterra agli States. In un bosco si può urlare, ma s'impara presto che se si parla a bassa voce si sentono rumorini straordinari. Si può correre, arrampicarsi, e saltare. Si può fare tutto ma tutto deve essere commisurato alla propria forza e alle proprie capacità .In un bosco si inventa, si costruisce ma soprattutto...si gioca! Una ricerca svedese durata 13 mesi ha provato che provato che i bambini che frequentano un asilo all'aperto hanno maggior capacità  di autocontrollo, sono più creativi, hanno migliori competenze relazionali e... si ammalano meno! Un'esperienza bella e utile da riproporre, anche ai nostri piccoli, mgari nei weekend. L'importante è partire dalle basi: - Indumenti caldi, uno snack e una borraccia con acqua sempre a portata di mano. - Cominciare con brevi passeggiate stimolando ad aprire gli occhi e le orecchie - Non permettiamo alle nostre paure di rovinare ogni tipo di avventura - Stimolare la ricerca di ciò che non sanno ( di chi è questa impronta? A chi appartiene questa foglia? Portiamola a casa e cerchiamo la risposta su un libro o su internet)
31 Gennaio, 2011 scritto da 2
Post più vecchi / Post più recenti